zurück

L'affilatura di lame sul Mar Giallo 2018-03-14

Alla panoramica

La ditta DCM della Corea del Sud produce lame circolari di alta precisione e utensili speciali come frese o coltelli circolari. Prodotti venduti alle industrie di tutto il mondo, che si occupano di taglio e separazione dei metalli, ad esempio, nella produzione di tubi in acciaio, nella costruzione di veicoli e navi, nonché nel settore dell'aerospaziale. Per produrre le lame circolari con riporti in metallo duro, l'azienda utilizza una dozzina di macchine VOLLMER, tra le quali, ultimi acquisti, le macchine affilatrici nei modelli CHD, CHF e CHP che consentono di affilare con precisione e in un unico serraggio, le lame circolari rivestite in metallo duro.

Hwaseong si trova sulle rive sudcoreane del Mar Giallo, a circa 50 km da Seoul. La regione è un'apprezzata meta di vacanze, nota anche per alcune curiosità sportive. Qui è nato nel 1953, il calciatore Bum-kun Cha - Il calciatore asiatico del 20 ° secolo. Negli anni Ottanta ha disputato più di 300 partite nel campionato tedesco, chiudendo la carriera con quasi 100 reti segnate per le squadre Eintracht Frankfurt e Bayer Leverkusen.

Tra gli sportivi nati in questa regione occidentale della Corea del Sud, anche An Youngmoon e il figlio An Stephan, il primo abile giocatore di tennis e golf, il secondo valido ciclista. Ma il loro cuore batte da sempre per il mondo delle lame. An Youngmoon e An Stephan sono infatti Amministratori Delegati dell'azienda DCM, con sede a Hwaseong. Fondata nel 1982, essa produce lame circolari ad alta precisione e utensili speciali, quali frese e coltelli circolari.

Lame circolari di alta qualità per la separazione dei metalli
"Alla fine degli anni Settanta insegnavo in una scuola professionale e ho notato che le nostre lame circolari si spuntavano sempre o si rompevano spesso quando si trattava di segare cilindri metallici", rivela An Youngmoon, Amministratore Delegato e fondatore della DCM. "Ciò mi ha spinto a sviluppare lame circolari di qualità, in grado di resistere alle più forti sollecitazioni durante il taglio dei metalli."

Da qui sono nate le prime lame circolari in acciaio superrapido della DCM. Poco dopo sono arrivate le lame circolari a segmenti, dotate di un'elevata velocità periferica e adatte quindi alla separazione di tubi in acciaio e profilati. Durante l'utilizzo di queste lame circolari, le elevate velocità e l'attrito tra la lama e il metallo creano temperature molto alte, tali per cui l'incisione si trasforma in un mix tra taglio e fusione, il cosiddetto effetto incandescente.

"Prima che le sviluppassimo noi alla fine degli anni Ottanta, in Sud Corea le lame circolari a segmenti dovevano essere importate. Oggi ne siamo quasi i fornitori esclusivi per l'industria sudcoreana che lavora i metalli", aggiunge An Stephan, Amministratore Delegato di DCM. "Il nostro obiettivo e di diventare i produttori numero uno di lame circolari per la Corea del Sud e di crescere sempre di più sul mercato mondiale."

Una dozzina di macchine affilatrici VOLLMER all'opera
All'inizio degli anni Novanta, la DCM ha sviluppato le prime lame circolari rivestite in metallo duro. Per la loro produzione l'azienda si è affidata sin da subito alle macchine affilatrici VOLLMER. A quei tempi An Youngmoon venne a Biberach per seguire un corso di formazione di tre settimane, un investimento che ha dato poi i suoi frutti. Oggi l'azienda vende lame circolari alle industrie di tutto il mondo, che si occupano di taglio e separazione dei metalli, soprattutto nella produzione di tubi in acciaio, nella costruzione di veicoli e navi, nonché nel settore dell'aerospaziale.

Per la produzione delle sue lame circolari rivestite in metallo duro, l'azienda sudcoreana DCM utilizza una dozzina di macchine VOLLMER. Le prime macchine affilatrici sono state acquistate all'inizio degli anni Novanta, mentre tra gli ultimi acquisti figurano i modelli CHD, CHF e CHP. Tutte macchine che consentono di affilare in maniera precisa e in un unico serraggio le lame circolari con riporti in metallo duro. Abbinate a un sistema di movimentazione ND e ai rispettivi carrelli di caricamento automatico, le macchine possono essere utilizzate 24 ore su 24.

"La Corea del Sud è diventata un mercato di alta fascia per le macchine affilatrici utilizzate nei settori dei metalli e dei materiali compositi; settori nei quali le esigenze di assistenza e di supporto tecnico diventano sempre più alte", afferma l'Ingegner Stefan Brand, Amministratore Delegato del Gruppo VOLLMER. "Dopo aver aperto nel 2016 la filiale di Seoul, riusciamo a seguire i clienti in loco, come la DCM, con maggiore energia e competenza."

 

 

Contatto stampa

Ingo Wolf
Marketing Services
Indirizzo Ehinger Straße 34 // 88400 Biberach/Riß